Titolo da Monitorare

Fiat Chrysler Automobiles

Fiat Chrysler, leader del settore automotive in Italia, deve il proprio successo all’ampia gamma di diversificazione dei propri veicoli, che le permette di servire mercati diversi (city cars, veicoli commerciali, vetture di lusso e sportive) e di soddisfare le esigenze della clientela attraverso le varie società appartenenti gruppo. In aggiunta, Fiat Chrysler offre anche servizi accessori, quali finanziamento, leasing, ricambi e noleggio. Il gruppo gode anche di una forte presenza internazionale, operando in 40 Paesi e servendo clienti in tutto il mondo.

Analizzando l’andamento grafico, si rileva come a ottobre 2016 si sia verificata un’inversione del trend ribassista che aveva avuto inizio ad aprile 2015. In particolare, le azioni hanno raddoppiato il proprio valore, passando da zona 5,5 a 11 euro nel giro di cinque mesi. A partire da metà marzo 2017, tuttavia, il trend rialzista ha dato segnali di esaurimento, rompendo al ribasso la trend line e l’ultimo minimo segnato a 9,92 euro.

Pertanto, si potrebbe ipotizzare l’inizio di una fase laterale, con i prezzi che tornerebbero a salire in maniera contenuta, assestandosi al di sotto di quota 11 euro; infatti, i volumi contenuti degli ultimi giorni non sarebbero probabilmente in grado di sostenere un nuovo trend rialzista. Non si può escludere, tuttavia, che le quotazioni possano continuare a scendere, confermando definitivamente, alla rottura del minimo posto a quota 9,435 euro, un’inversione di tendenza.

Sulla base di queste ipotesi, si potrebbero impostare due strategie alternative. Un sell area, con ingresso sotto gli ultimi massimi a 10,65, target a 10,15 e stop loss a 11,14. Invece, nel caso in cui le quotazioni dovessero scendere, si potrebbe impostare un sell down, con ingresso alla rottura del minimo segnato a 9,435, target a 8,78 e stop loss a 10,05.

Prova FIDA TRADER, Dati Metastock di qualità!

E’ arrivata la nuova FIDAworkstation Plus, provala gratuitamente!